Il 2015 nella moda…

Al concludersi di questo anno mi sembra più che opportuno dedicare uno spazio ad alcune figure di rilievo nel campo della moda che, durante l’anno, sono scomparse lasciandoci una preziosa eredità. Le due persone sono Fiorucci e Krizia. Incomincio parlando di Fiorucci e nel prossimo articolo parlerò di Krizia.

Elio Fiorucci è stato più di uno stilista, più di un artista. Era un habitué delle mostre d’arte in quanto sono luoghi dove avverte una certa creatività, una volontà di comunicare da cui prende un’ispirazione che riversa nella produzione dei suoi capi. Elio Fiorucci è stato l’uomo che negli anni ha avuto il coraggio di osare proponendo stravaganti pantaloni leopardati, impermeabili trasparenti e tantissimo colore. Si dedica con particolare attenzione all’abbigliamento giovanile poiché riesce a cogliere in anticipo in modo avanguardistico il tempo delle contestazioni.

L’utilizzo di tessuti plastificati e colorazioni particolari, fluorescenti e iridescenti, trova il perfetto connubio con i metalli poveri che per contrasto hanno un risalto senza pari. Il mondo visionario di Fiorucci ruota attorno ad un’innovazione stilistica dove tutto ciò che è fantasia può diventare la realtà con cui rivestire se stessi.

Ripercorriamo i momenti più importanti della sua vita.

Elio Fiorucci nasce a Milano il 10 giugno del 1935 e comincia a 17 anni a lavorare presso il negozio di famiglia specializzato nella vendita di pantofole.

Elio-Fiorucci-835-640x320

Nel 1967 apre il primo negozio Fiorucci a Milano

Nel 1970 dopo l’espansione della produzione industriale in Europa, Sud America e Giappone nasce lo “stile Fiorucci“, dove i giovani si ribellano alle convenzioni. Nello stesso anno vengono adottati i famosi due angioletti come marchio.

fiorucci-1

Nel 1975 Fiorucci apre il primo negozio a Londra, in Kings Road e un anno più tardi nasce il Fiorucci Store di New York sulla 59esima Strada. Andy Warhol sceglie la vetrina del negozio per il lancio del suo rivoluzionario giornale “Interview”.

zmaic_fiorucci_storefrontfiorucci-warhol

 

 

 

 

 

Nel 1978 firma per primo una linea di occhiali.

Nel 1979 in America si consolida la fama del marchio con l’apertura del negozio Fiorucci nel quartiere di Beverly Hills.

Nel 1981 nasce la collezione di T-shirt e felpe illustrata con immagini di Walt Disney.

it_tl_1342a_001

Un anno dopo la Du Pont lancia la Lycra e Fiorucci la mischia al denim, nasce il primo jeans stretch.

L’uscita, nel 1983, del  film “Flashdance” vede il lancio della moda-palestra; Elio Fiorucci è il primo a mettere in vendita body, scalda-muscoli, fasce antisudore e leggings.

 

Flashdance-flashdance-2823929-1024-617

 

Nel 1984 a New York e Londra esplode la graffiti mania: Elio Fiorucci invita a Milano
l’autore che ha innalzato questa creatività a livello di arte. Haring lavora due giorni e una notte trasformando il negozio Fiorucci di Galleria Passarella, pareti e mobili del negozio vengono “rivestiti” con la sua creatività, le opere saranno poi vendute all’asta.

1628f0c188fa66b595998c3d45a43885

Nel 2003 il negozio Fiorucci viene ceduto al gruppo svedese H&M. Elio Fiorucci crea un nuovo progetto, “Love Therapy” , proponendo nuovi piccoli pezzi d’abbigliamento. Elio Fiorucci adotta per questo nuovo marchio due nanetti.

152547653-b4a93665-9988-4463-86d0-0e793d9553bf

Nel 2007 viene inaugurata alla Triennale la mostra “Anni settanta, il decennio lungo del secolo breve “, e viene dedicato uno spazio a Elio Fiorucci, “Fiorucci Land“, come simbolo della rivoluzione del costume degli anni ’70.

Vince premi prestigiosi come il premio Piazza Mercanti, nel 2004, per la sua carriera come stilista, talent scout, imprenditore e comunicatore assegnato dalla Camera di Commercio di Milano; l’Ambrogino d’Oro, nel 2006, per essere stato protagonista della moda Italiana, assegnato dal sindaco di Milano Letizia Moratti.Nel 2012 lo Spazio Filologico di Milano dedica un premio alla carriera a Elio Fiorucci e lo stilista Joshua Fenu gli organizza un party Maison Rouge in stile studio 54 per i suoi 45 anni di vita nella moda con la musica dello storico dj Kenny Carpenter.

Muore a causa di un malore all’età di 80 anni il 20 luglio 2015, nella sua casa di Via Vittorio Veneto a Milano.

ALCUNE DELLE CAMPAGNE PUBBLICITARIE STORICHEBionda-tosta-e-sexy-e-la-Fiorucci-girl-in-uno-scatto-di-Oliviero-Toscani-nei-70_image_ini_620x465_downonlyCampagne-storiche-della-maison-Fiorucci_image_ini_620x465_downonly (1)Campagne-storiche-della-maison-Fiorucci_image_ini_620x465_downonlyNanetti-da-giardino-pin-up-e-fiabe-ironiche-foto-di-Oliviero-Toscani-per-Love-Therapy-progetto-di-Fiorucci-per-abiti-accessori-design-e-perf_image_ini_620x465_downonlyoliviero-toscani-7Nanetti-da-giardino-pin-up-e-fiabe-ironiche-foto-di-Oliviero-Toscani-per-Love-Therapy-progetto-di-Fiorucci-per-abiti-accessori-design-e-perf_image_ini_620x465_downonly (1)

 

Senza categoria

Informazioni su gloriamagnone

Hi to everyone! My name is Gloria Magnone. I was born in Como in 1996. The passion for the world of Fashion began when I was very little and I draw (in the child limits) my first sketches. Then, I decided to attend a very special high school. It's a technical high school called "Setificio" located in Como. The name of the course was "Textile" and I learned many things about textiles (fibres, machines and the different process to make wovens), chemistry, CAD and marketing of fashion. After my graduation I decided to continue education in Fashion with technical bases of textiles. So, now I'm attending a post graduation course in Milan where I can study how to work in Fashion industry. I decided to create this blog to communicate with you what I like from catwalks, fashion events, exhibitions and more. I am also interested in Art and Design and I will talk about it with little focus. I hope you will enjoy my blog!

I commenti sono chiusi.